MICHELE BELLETTI, Quale ruolo istituzionale per Regioni e Unione europea a rischio di crisi di identità?

1. Il ruolo concepito dal Costituente per le Regioni e la deviazione già dalla prima attuazione dell’impianto costituzionale

È noto come le Regioni abbiano negli anni assunto una configurazione istituzionale diversa rispetto a quella pensata e voluta dal Costituente, di enti prevalentemente di indirizzo politico, di interposizione politica, con strutture amministrative leggere, con la conseguente previsione dell’amministrazione indiretta, contemplata in Costituzione, all’art. 118.

Visualizza il documento integrale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Autonomia regionale, Unione europea e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.