Il referendum sulla riforma costituzionale: argomenti a confronto (Seminario di studio, Università di Messina, 6 giugno 2016)

Hogarth

Il 6 giugno 2016, presso il Dipartimento di Scienze giuridiche, Sezione di Scienze Giuspubblicistiche e Storico-giuridiche «Temistocle Martines», dell’Università di Messina, ha avuto luogo un seminario tra studiosi degli Atenei di Messina, Reggio Calabria e Catanzaro, sul referendum che si svolgerà nel prossimo autunno riguardo al testo di legge costituzionale recante «Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione».

Nell’incontro, promosso dal prof. Antonio Ruggeri, i partecipanti sono stati invitati ad esprimere il proprio orientamento riguardo alla prossima consultazione referendaria, concentrando l’attenzione esclusivamente sugli aspetti procedurali e di contenuto della legge costituzionale. Si è così evitato di soffermarsi sulle implicazioni politiche del referendum o di criticare il testo di revisione per ciò che non contiene o che dovrebbe contenere in base alle convinzioni di ciascuno studioso. L’analisi ha, dunque, riguardato essenzialmente il metodo di approvazione della riforma e il merito della stessa.

Si pubblicano qui di seguito i testi degli interventi al seminario, debitamente rivisti e aggiornati dagli Autori, in una veste che, tuttavia, intende riprodurne l’originario carattere dialogico e la connotazione informale.

L’ordine di pubblicazione dei contributi corrisponde a quello dei relativi interventi, per consentire una più agevole comprensione dei riferimenti e dei reciproci richiami.

Scarica il documento integrale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Referendum, Riforme e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.