TOMMASO EDOARDO FROSINI, Risposte ai quesiti del Forum di Diritti regionali sulla riforma costituzionale

Suor Orsola Benincasa1. Quale impatto avrà sull’assetto ordinamentale la presenza dei sindaci e dei consiglieri regionali nel nuovo Senato e quale idea di rappresentanza politica emerge dal nuovo bicameralismo disegnato dalla riforma costituzionale?

Non è semplice dare una risposta, anche perché bisognerà vedere come nella prassi si verrà a configurare il ruolo dei senatori espressione delle istituzioni territoriali. Per esempio, i sindaci: non è dato sapere quale potrà essere il loro contributo, atteso anche la modesta rappresentatività che è largamente minoritaria rispetto ai consiglieri regionali. Francamente, non mi è mai risultata chiara la presenza dei sindaci e, sul punto, ho sempre espresso le mie riserve nelle varie audizioni parlamentari alle quali sono stato invitato. Forse la risposta può trovarsi, ma è poca cosa…, in quell’inciso costituzionale, che i senatori «rappresentano le istituzioni territoriali», e quindi anche i comuni. Anche qui, avrei visto meglio la formula «rappresentano le autonomie territoriali», in tal modo si valorizzava di più (e meglio) il luogo della rappresentanza anziché il centro della rappresentanza. Quest’ultima, poi, assume una forma ibrida, per così dire: non è politica, in quanto i senatori non sono eletti a suffragio diretto; non è veramente territoriale, perché non hanno un mandato imperativo da parte del governo del territorio. Aggiungo che il “compromesso” voluto in sede emendativa in Senato, che prevede che i senatori verranno eletti «in conformità alle scelte espresse dagli elettori per i candidati consiglieri», mi pare che complichi le cose, anche per difficoltà applicative. Sul punto, mi limito a porre alcune domande: che cosa vuol dire “conformità”? In che modo devono essere conformi? Qual è la logica che sovraintende a questa ricomposizione del rapporto fra consiglieri che andranno a fare i senatori e gli elettori, che avranno avuto modo di designare i consiglieri regionali i quali potranno essere eletti? Ci sarà una sorta di short list di aspiranti senatori nelle liste dei consiglieri regionali?

Scarica il documento integrale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Forum sulla riforma costituzionale, Riforme, Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.