[Corte cost., sent. 266/2013] Bilancio regionale: ancora sui c.d. “vincoli di principio”

Palazzo della Consulta

Nella sentenza n. 266 del 2013 la Corte costituzionale torna ad occuparsi del bilancio degli Enti territoriali.

In particolare, lo Stato ha impugnato gli artt. 6, 11, 12 e 13, l.r. Molise 5/2013 (cfr. «Bilancio regionale di competenza e di cassa per l’esercizio finanziario 2013 – Bilancio pluriennale 2013-2015») in riferimento agli artt. 81 co. 4 e 117 co. 3, Cost. lamentando che la Regione avrebbe disposto la copertura di stanziamenti di spese obbligatorie ma non vincolate «attraverso l’utilizzo di una quota parte del saldo finanziario presunto riferito al 2012, malgrado non sia stata ancora certificata l’effettiva disponibilità dello stesso con l’approvazione del rendiconto per l’esercizio finanziario 2012».

La violazione dell’art. 81 è motivata, poi, in relazione al principio dell’equilibrio di bilancio: le disposizioni impugnate autorizzerebbero l’utilizzazione di parte delle somme provenienti dall’avanzo di amministrazione presunto relativo all’anno 2012 per coprire le spese destinate al Fondo di riserva per spese obbligatorie (art. 11), al Fondo di riserva per spese impreviste (art. 12) ed alla riassegnazione dei residui passivi perenti (art. 13).

Sul punto, la Corte costituzionale rammenta di aver già affermato come il saldo finanziario presunto «consist[a]  in una stima provvisoria, priva di valore giuridico ai fini delle autorizzazioni di spesa» e che «nessuna spesa può essere accesa in poste di bilancio correlate ad un avanzo presunto, se non quella finanziata da fondi vincolati e regolarmente stanziati nell’esercizio precedente» (cfr. Corte Cost., sent. 70/2012).

La normativa censurata sarebbe in contrasto, peraltro, anche con il co. 4 dell’art. 81, dal momento che «l’obbligo di copertura avrebbe dovuto essere osservato, attraverso la previa verifica di disponibilità delle risorse impiegate, per assicurare il tendenziale equilibrio tra entrate ed uscite».

Le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 6, 11, 12 e 13, della legge regionale, in riferimento all’art. 81, co. 4, sono ritenute fondate.

Ed invero, con riguardo all’impiego di risorse provenienti da esercizi precedenti, esso è consentito solamente in presenza dei seguenti requisiti: a) l’effettiva riscossione di una risorsa finalizzata negli esercizi anteriori; b) la sua mancata utilizzazione in detti esercizi; c) la persistenza di un vincolo legislativo per le originarie specifiche finalità; in particolare l’avanzo di amministrazione presunto costituisce «entità giuridicamente ed economicamente inesistente», in quanto tale inidonea ad assicurare copertura di spese (cfr. Corte cost., sent. 250/2013 e 70/2012).

I fondi di riserva per le spese obbligatorie e per quelle impreviste, di cui agli artt. 11 e 12 della legge regionale sono due poste di spesa di natura necessaria, finalizzate ad assicurare l’equilibrio del bilancio in una prospettiva dinamica: costituiscono un accantonamento di risorse destinate rispettivamente a fronteggiare eventuali eccedenze di spese obbligatorie rispetto alla previsione annuale oppure nuove o maggiori spese necessarie, ma imprevedibili al momento dell’approvazione del bilancio. Anche il fondo di cui al successivo art. 13 appartiene alla categoria delle spese obbligatorie, destinato all’adempimento di obbligazioni scadute o in scadenza nell’esercizio di competenza.

Pertanto l’allocazione nella parte spesa di bilancio delle tre poste contestate costituisce un obbligo indefettibile per la Regione, che «deve avvenire secondo i canoni della sana gestione finanziaria, nel rispetto dei precetti discendenti dall’art. 81, quarto comma, Cost., attraverso le forme di copertura consentite dall’ordinamento» (cfr. Corte cost., sent. n. 250/2013).

Nel caso di specie, esse non sono conformi né ai parametri costituzionali di imputazione della spesa, né al principio dell’unità di bilancio (cfr. art. 24, co. 1. 196/2009, «Legge di contabilità e finanza pubblica»): sotto il primo profilo la risorsa impiegata per la copertura è «giuridicamente inesistente»; sotto il secondo, vincola indebitamente a spese della competenza una posta proveniente da esercizio precedente (cfr. Corte cost., sentt. 250/2013; 318 e 70/2012).

È il collegamento teleologico di dette poste contabili a rendere il bilancio dell’esercizio 2013 privo di equilibrio nel suo complesso, poiché determina «il sovradimensionamento della spesa rispetto alle risorse effettivamente disponibili» attraverso la loro destinazione «a spese discrezionali ancora da assumere, e comunque non pervenute alla fase del perfezionamento, anziché impiegarle in via prioritaria» per far fronte a spese obbligatorie e ad obbligazioni in scadenza o scadute.

Tanto premesso, la Corte costituzionale precisa i seguenti profili di illegittimità: l’art. 6 è illegittimo nella parte in cui collega l’avanzo di amministrazione presunto relativo all’esercizio 2012 all’U.P.B. 922 della parte spesa, alla quale sono imputati il Fondo di riserva per le spese obbligatorie, il Fondo di riserva per le spese impreviste e le risorse per finanziare la reiscrizione delle partite debitorie afferenti alle obbligazioni scadute o in scadenza nel richiamato esercizio e già oggetto di perenzione amministrativa; gli artt. 11, 12 e 13 sono illegittimi nella parte in cui imputano spese obbligatorie alla U.P.B. 922 della spesa, utilizzando una risorsa aleatoria sotto il profilo economico ed inesistente sotto quello giuridico.

In considerazione della inscindibile connessione esistente con le norme impugnate, l’illegittimità costituzionale delle prime è estesa poi, in via consequenziale, anche agli artt. 1 e 2 nella parte in cui contabilizzano, rispettivamente nell’entrata e nella spesa del bilancio di competenza e di cassa dell’esercizio 2013, l’avanzo di amministrazione presunto dell’esercizio 2012 nella misura di euro 1.418.610,01, pari alla sommatoria degli importi destinati dagli articoli 11, 12 e 13 al finanziamento del Fondo di riserva per spese obbligatorie, al Fondo di riserva per spese impreviste ed alla riassegnazione dei residui passivi perenti.

Roberto Di Maria

Foto | Flickr.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Autonomia finanziaria, Autonomia regionale, Giurisprudenza costituzionale, Regione Molise e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a [Corte cost., sent. 266/2013] Bilancio regionale: ancora sui c.d. “vincoli di principio”

  1. Remember that your ex-girlfriend has moved on and no amount of sulking will make her
    come back so get up and get your life back. ” The easy answer to that difficult and (often) emotionally charged issue is that you need to determine how much stuff you will really need to take along to your new home. From the years since inception of Moving – Relocation, a number of other websites begun to emulate the degree of customer support it offers.

  2. The B5 Regimen is a treatment plan that utilizes Vitamin B5 to cure acne.
    HCG will definitely not cause weight loss single-handedly.

    This is greatly do to the fact that eating and lifestyle choices were not in place once the weight had been eliminated.

  3. ” He had been admitted to the ER due to a heart attack. Indeed, it has been found that men using HCG to lose weight have even better outcomes than female users in several instances. HCG diet materials stress the importance of sticking to this diet.

  4. Hair removal in some areas is essential to replace the areas where its growth has stopped.

    To get hair loss reviews for both male as well as female hair loss treatments along with extensive advice ensure that
    you visit is a fellow sufferer of hair loss and highly recommends the revolutionary Hair – Max
    Laser Comb to stop thinning hair. However, pulling on a scab that was adherent to the skin usually dislodged the graft – often several days after pulling
    on a hair was safe.

  5. The questions you should ask your plastic surgeon before rhinoplasty should be about
    the safety of the procedure, its efficiency, and most importantly, its appropriateness for your
    body and whether it would offer results in line with your expectations.
    Place the back of both wrists at the bottom of the chin. You also need to think about the recovery process
    and the ways it might affect your daily life and work.

  6. l a weight loss ha detto:

    My family all the time say that I am killing my time here
    at net, but I know I am getting experience everyday by reading thes nice content.

  7. You can keep extra frosting in the refrigerator for a
    couple of days in a covered container. Below mentioned are the great advantages
    of using stand mixer:. Kidney diets commonly given to cats with chronic renal failure.

    The Tee was at least 8 feet long but in may have been up to 12 feet.

  8. We offer a whole range of SEO Services in Singapore.

    If a person is interested in what they see on your Facebook page, it’s crucial that they have your contact
    information to learn more. After so much spent or so many visits, offer a free product or percent off.

  9. You can really help most of your clients by helping them use financial statements as a basis for making better business decisions.
    But there is an exception if the caregiver is your parent.
    I decided to use their OIC service to lower my tax bill.

  10. You don’t want to linger until the last minute to make your plan so I would recommend reading the waterway guidebook in advance.

    With the high temperature sensitivity of some perishable goods, it’s easy to understand why so many companies rely on vacuum insulated panels such a Thermo – Cor to ensure the quality of their
    products. Use your guam tar on the net trap and go at least two
    squares away from it.

  11. Write more, thats all I have to say. Literally, it seems as though you relied on the video
    to make your point. You clearly know what youre talking about, why throw away your intelligence on just posting videos to your site when you could be
    giving us something informative to read?

  12. Fortunately for women, the lower back ages very well, so they should have no problems over the years with
    their tattoo. Surgical treatment for Gynecomastia is
    considered the fastest and most effective way to
    reshape the male breast. Actually, once you get used
    to working with these tools, you’ll probably wonder how you ever
    lived without them.

I commenti sono chiusi.