[Ministero per la Coesione territoriale] Rapporto di fine mandato «Le politiche di coesione Territoriale», 3 aprile 2013

Fabrizio Barca, Ministro per la coesione territorialeA conclusione del proprio mandato il Ministro per la Coesione territoriale – che sottolinea l’esclusività del compito affidato al suo Ministero, per la prima volta nella storia del Paese – ha steso un corposo Rapporto nel quale dà evidenza ai risultati ottenuti in sedici mesi di attività: in tale arco temporale l’impegno profuso è stato quello di dare attuazione al disposto costituzionale ex art. 119, co. 5, che richiede di «promuovere lo sviluppo economico, la coesione e la solidarietà sociale, per rimuovere gli squilibri economici e sociali».

L’obiettivo è stato perseguito attraverso l’utilizzo di due strumenti, significativamente illustrati nel Rapporto: da un lato si è voluto «investire efficacemente (e non perdere) le risorse pubbliche disponibili, messe a disposizione dai Fondi comunitari del bilancio europeo e dal Fondo sviluppo e coesione»; dall’altro si è inteso «aprire varchi agli innovatori nei territori, fermando gli “estrattori” di rendita».  E  tale finalità si è posta con drammatica evidenza, vista la situazione di gravissima crisi che ha dimostrato quanto paradossale fosse la disponibilità di risorse, già programmate dall’ordinamento europeo, ma non usufruite dai territori del Mezzogiorno per una serie di incertezze e di incapacità che andavano superate.

La strada che è stata seguita per sbloccare la situazione – si afferma che le amministrazioni sono state «sospinte a uscire dalla “prigione del disegno”, ovvero da un’attenzione esclusiva alle procedure, alle fasi ascendenti dei processi, alla normazione» – è stata quella di fare leva sull’apertura delle informazioni e sulla pressione dei cittadini. Così facendo si è messo in moto un processo di riprogrammazione delle risorse per 12 miliardi di euro, realizzato con i Presidenti delle Regioni e in partenariato con le organizzazioni dei lavoratori e delle imprese. Tale ampio coinvolgimento ha condotto non solo al risultato di far affluire risorse ai territori, ma anche a quello di codificare un insieme di regole e di prassi per il periodo di applicazione della politica strutturale che arriverà fino al 2020. Ciò è avvenuto con un atto governativo del dicembre 2012, il documento Metodi e obiettivi per un uso efficace dei Fondi comunitari 2014-2020, che ha infatti avviato il confronto pubblico per preparare l’Accordo e i Programmi, secondo la proposta di percorso trasmessa alla Conferenza Stato Regioni nel giugno 2012. Esso propone innovazioni di metodo; individua  opzioni strategiche relative a Mezzogiorno, città, aree interne, nonché avanza ipotesi di metodo e operative in merito a ognuna delle 11 aree tematiche individuate per l’intera Unione Europea.

Nel Rapporto si dà risalto alla novità del metodo adottato: metodo basato su un accentuato coinvolgimento di lavoratori, imprese, associazioni; sull’effettuazione di sopralluoghi sulle opere finite e in corso di realizzazione, per conoscere lo stato di avanzamento; su bandi di idee; su contratti istituzionali di sviluppo; su pratiche di open data; sul supporto tecnico ad amministrazioni locali, per rafforzarne la capacità di decisione. In altre parole, si è investito in misura preponderante sulla «presenza sul territorio», che significa confrontarsi con le istanze locali, con le persone che hanno responsabilità dell’azione pubblica, con le risorse di varia natura – materiali, umane e anche simboliche – al fine, anche, di scardinare posizioni di rendita che solo muovendosi sul territorio è possibile riconoscere. E in tal modo si è cominciata ad invertire la parabola del sottosviluppo, che molto spesso è il risultato di tali situazioni consolidate ma poco fruttuose per la crescita delle comunità.

Molte sono le criticità che rimangono, ma intanto si può prendere atto dei risultati conseguiti.

Al momento dell’incarico al nuovo Governo, la situazione di utilizzo dei Fondi era pessima, con spese pari ad appena il 15% del totale. Si è dunque fatto uno sforzo eccezionale per salvare il Programma Comunitario 2014-2020, anche al fine di scongiurarne il definanziamento, e per riqualificare i suoi investimenti. La situazione a inizio 2013 appare perciò decisamente migliorata grazie alle nuove regole introdotte, all’impegno delle amministrazioni ed alla deroga, introdotta nel dicembre del 2011, al Patto di Stabilità interno per una parte di cofinanziamento nazionale, che andrebbe nuovamente valutata al fine di completare il raggiungimento degli obiettivi per il 2015.

Dei 52 programmi italiani solo uno non è arrivato al traguardo: per tutti gli altri è stato ottenuto l’impegno europeo o – secondo il linguaggio comunitario – è stato raggiunto il target di spesa annuale, il cui mancato superamento determina il disimpegno comunitario. Addirittura la spesa certificata alla fine del 2012 per il complesso dell’Italia (18,3 miliardi di euro) ha superato significativamente (di oltre 2 punti percentuali) l’obiettivo di spesa complessivo di fine anno, raggiungendo un livello pari al 37,0% degli importi disponibili, con picchi nelle Regioni più sviluppate che arrivano al 45,4% di spesa, bilanciati dai risultati di territori meno sviluppati, dove la spesa si ferma al 33, 2%. La tendenza delle amministrazioni è comunque quella di procrastinare le spese, e infatti a inizio 2013 non si registra alcun avanzamento: occorre allora, per evitare che scatti il disimpegno europeo, alzare i target, che tuttavia – come già segnalato – saranno raggiungibili solo nella misura in cui si allenterà il Patto di stabilità interno.

È stato inoltre adottato il Piano d’Azione per la Coesione (PAC), con il quale si è data risposta agli impegni assunti dal Governo italiano a Vertice Europeo del 26 ottobre 2011 al fine di recuperare i ritardi accumulati nell’uso dei fondi strutturali 2007-2013.

Il PAC ha riguardato 11,9 miliardi di euro ed è stato rivolto a due obiettivi: accelerare l’attuazione della programmazione 2007-2013; e preparare la transizione verso la programmazione 2014-2020, innovando radicalmente e sperimentando “sul campo” approccio e metodi per il nuovo periodo.

Ma soprattutto dal PAC si sono tratte quelle che vengono definite «lezioni» e che corrispondono a sette  innovazioni di metodo e agli indirizzi strategici da seguire nel 2014-2020: si afferma che «esse mostrano, a un tempo, che il cambiamento è possibile ma che la sua piena realizzazione richiede un forte e coraggioso investimento organizzativo e in risorse umane». Tale novità di metodo prevede che siano fissati i risultati attesi (in termini di miglioramento della qualità di vita e di opportunità di fare impresa) e siano definite le azioni attuabili che mirano, con precisi impegni in termini di tempo, al raggiungimento di tali obiettivi. Ciò passa attraverso l’attivazione di un presidio nazionale costituito da task force regionali, da sopralluoghi e da centri di competenza nazionale. A tal fine è necessaria l’apertura delle informazioni e l’applicazione del principio del partenariato mobilitato (che coinvolga istituzioni e soggetti sociali), nonché l’attivazione di processi di valutazione dei risultati.

Sulla base di queste innovazioni l’attività delle amministrazioni si può considerare per ora soddisfacente e con esiti incoraggianti: benché il metodo si possa ancora migliorare e la sua applicazione sia stata spesso incompleta, varie amministrazioni hanno ormai impostato la loro azione per il periodo successivo della programmazione dei fondi, e quindi sono in parte già attrezzate per acquisirli e gestirli al meglio.

Non vi è qui lo spazio per entrare in un maggiore dettaglio del Rapporto. Mentre può essere significativo richiamare un paio di atti comunitari che si esprimono in maniera assai eloquente sulle problematiche sollevate anche nel Rapporto.

L’Opinion of the Committee of the Regions on ‘Cohesion policy: Strategic Report 2010 on the implementation of the programmes 2007-2013, che risale ormai al febbraio 2011, già esprimeva varie riserve e osservazioni critiche sul funzionamento dell’ultimo ciclo di programmazione, che evidentemente valgono anche per il nostro Paese.

Il Comitato delle Regioni sottolineava, due anni fa, soprattutto «the complexity of the funding mechanism» per effetto della quale «European projects are driven more and more by compliance with administrative procedures rather than development strategy»; denunciava che la «fragmentation of EU funding is a barrier to the effective implementation of projects and is hampering the focus on common priorities for development»;  esprimeva la convinzione che «the close involvement of LRAs in the operational programmes design paves the way for less unrealistic projects and generates projects that respond better to territorial needs and guarantee swift take-up of funds». Ma soprattutto formulava alcune considerazioni più ampie sulla politica strutturale, segnalando che «the performance and effectiveness of cohesion policy is missing from the available studies, analysis and reports, due mainly to the focus on the degree of fund implementation and the implementation of the programmes rather than on the actual outcomes of projects and their role in regional development»; e dunque auspicando che «in order to have a clearer picture of the achievements of the policy and the structural changes generated, a reporting methodology must be agreed that focuses primarily on the results and secondly on the take-up of funds». Insomma, attenzione andrebbe prestata al ruolo della politica europea ed agli obiettivi che da essa ci sia attende, concentrandosi poi solo in seconda battuta sui problemi dei meccanismi di distribuzione delle risorse.

La recentissima Risoluzione Legislative package on Cohesion Policy post-2013 del medesimo Comitato, adottata a inizio febbraio di questo anno, è ancora più determinata nel rivendicare il ruolo della politica di coesione. A fronte degli esigui stanziamenti del bilancio europeo, che il Parlamento deve ancora approvare, il Comitato «strongly advocates, in view of the current negotiations on the Multi-Annual Financial Framework, that Cohesion Policy needs both an effective spending and a vigorous budget»; e dunque chiede agli Stati membri di «reconsider the budgetary restrictions and maintain at least the current level of funding».

Ma soprattutto pretende «the full application of the multilevel governance principle and a stronger involvement of LRAs in the setting of future Partnership Agreements and operational programmes; supports the European Commission’s proposal to elaborate a European Code of Conduct on Partnership (ECCP); therefore deeply regrets that the Council rejects such a tool and asks reluctant Member States to reconsider their positions, as it gives a negative signal regarding their willingness to cooperate with legitimate partners».

È dunque quello delle autorità locali e dei soggetti destinati al partenariato il ruolo che deve essere confermato e valorizzato affinché la politica in esame possa essere fruttuosa e incisiva: ci sembra di poter affermare che l’impegno profuso dall’Italia negli ultimi sedici mesi abbia dimostrato piena consapevolezza di tali criticità e chiara volontà di superare le medesime attraverso una forte responsabilizzazione delle autonomie e dei soggetti sociali. E i risultati, seppur ancora parziali, sono sotto gli occhi di tutti.

Camilla Buzzacchi

Foto | Flickr.it

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Coesione territoriale, Unione europea. Contrassegna il permalink.

83 risposte a [Ministero per la Coesione territoriale] Rapporto di fine mandato «Le politiche di coesione Territoriale», 3 aprile 2013

  1. 203 ha detto:

    Non si può non considerare l’intento che si delinea perseguito dal ministero, di cui però, a volte, non si riesce a comprenderne i fini.

    come si dice dalle nostre parti, “a. mannaggia ermenegildo…!

    Giova inoltre ricordare, o meglio segnalare, da giurisprudenza in corso, invitando contestualmente a prestare particolare attenzione, l’assenza del “9”!!, tesi manifestatamente non accettabile!!, che, se dal ministero ribadita, comporta una sua propria piena totale condanna. consapevoli? E a che pro?

    Per cui è sempre e comunque, soprattutto al momento, superando i contrasti, non riuscendo a comprendere di chi possa fidarcisi, auspicabile parlare e confrontarsi.
    Magari i lavori riprendono con l’ok, 8ttimo.

  2. nco financial ha detto:

    Hello i am kavin, its my first occasion to
    commenting anyplace, when i read this article i thought i could also
    create comment due to this good post.

  3. medicare advantage ha detto:

    My spouse and I stumbled over here from a different web address and
    thought I may as well check things out. I like what I see so now
    i am following you. Look forward to looking over your web page for a second time.

  4. turkish airlines ha detto:

    Oh my goodness! Impressive article dude! Many thanks, However I am
    having issues with your RSS. I don’t understand why I am unable to subscribe to it. Is there anybody else having similar RSS issues? Anyone that knows the answer can you kindly respond? Thanks!!

  5. What’s up mates, how is the whole thing, and what you would like to say on the topic of this paragraph, in my view its genuinely awesome for me.

  6. My spouse and I stumbled over here from a different web address and thought
    I should check things out. I like what I see so now i am following you.
    Look forward to finding out about your web page again.

  7. www.htcouplers.com ha detto:

    certainly like your web site however you need to test the spelling on quite a few of your posts.
    A number of them are rife with spelling issues and I to find it very troublesome
    to inform the reality on the other hand I’ll certainly come
    again again.

  8. Tamika ha detto:

    If you are a patient of anxiety attack, after that you are possibly searching for some support on how to treat or do away with your tension, therefore
    stopping the attacks. You’re in luck! Listed in this information is some guidance that can assist you
    start managing your anxiety attack.

    Some refined foods, and several convenience food items, could in fact
    induce panic attacks. I will not name the firm, yet there is a sort of
    fried poultry that would cause my heart to start fluttering within 30 minutes of consuming it!
    Adhere to balanced, fresh foods you ready yourself to prevent
    a strike.

    Create your very own anxiety attack concept to assist you overcome the sensations of concern.
    “I am a remarkable individual that can manage everything!”
    is mine. I such as that it’s short, simple to point out, and I can really obtain in to
    the feeling of it. Create your own and repeat it out loud
    to trump that strike!

    Throughout a panic attack, there are some points you need to avoid doing due to the fact that they could intensify the symptoms.
    Calling a friend is a great suggestion yet please do not talk about the panic attack,
    as this will only place your focus on your stress and anxiety.
    You may raise the seriousness of your symptoms if you see the worry mirrored on your face.

    An outstanding exercise to try during a panic attack is to move in sluggish
    movement. Carry out every action with deliberate thoughts and in the
    smallest detail. Reduce down all of your movements and try to
    reduce down your breathing. Focus on what you’re doing to
    the factor that you hear absolutely nothing else.

    Managing your anxiety attack is feasible. Started by complying with
    the most basic of these tips, then follow via by making a consultation with a physician that will certainly be able to assist you check out a lot more options for managing panic strikes.

    If you are a sufferer of panic strikes, then you are possibly looking for some support on just how to address
    or get rid of your stress, consequently stopping the
    attacks. Specified in this post is some advice
    that can assist you begin treating your panic strikes.

    Develop your very own panic strike mantra to aid you
    get over the feelings of worry. A superb physical exercise to attempt during a panic attack is
    to relocate in slow movement.

  9. Drawing is fun ha detto:

    Asking questions are genuinely good thing if you are not understanding
    something completely, but this paragraph offers pleasant understanding yet.

  10. pest ha detto:

    Wow, awesome blog layout! How long have you been blogging for?
    you made blogging look easy. The overall look of your website is fantastic, as well aas
    the content!

  11. homepage ha detto:

    Tremendous things below. I am pretty satisfied to check the post. Many thanks that i’m waiting for contact you actually. Are you going to i implore you to drop us a e-mail?

  12. Shawn ha detto:

    Way cool! Some very valid points! I appreciate you writing this article and
    also the rest of the site is extremely good.

  13. Youtube.com ha detto:

    It is pretty obvious that Virility Ex is one of the few products on the
    market today that not only works, but the company backs the product up
    100% with a money-back guarantee. The African and
    African American experience is one of great achievement.
    Nevertheless, do not waste your valuable time by exploring <.

  14. hair loss in women ha detto:

    That’s why hair loss androgenic alopecia treatments commercially
    available nowadays. For those that are experiencing hair loss, which simply
    isn’t true. Hair transplantation is another type of
    hair loss treatment for you. Stress contributes to hair loss treatment.

  15. Helpful info. Lucky me I discovered your web site by accident,
    and I am shocked why this twist of fate didn’t came about in advance!
    I bookmarked it.

  16. Nakamoto outlines a peer-to-peer computer
    network, similar to the original Napster where each user was an
    equal partner on the network and could share its music with any other user ‘” without having to go through a store, a shopping cart or any third party. The block forming part of a longer chain is taken to be the authentic one. 00 back in March all the way up to $266 last month, and is currently at about $115.

  17. Cheep books ha detto:

    Second hand books online I am final, I am sorry, but it at all does not approach me who else, what can prompt?

  18. Every year, Vickie’s carries a beautiful and fun
    line of Christmas themed lingerie. Quite often people who go to these parties simply wear the wrong type of lingerie to look sexy.
    In picking out the right cocktail dress to wear, a woman should always consider her body type – whether she is top-heavy or bottom-heavy – and find
    something which will balance out her figure.

  19. Bertie ha detto:

    Hi there just wanted to give you a quick heads up.
    The text in your article seem to be running off the screen in Chrome.
    I’m not sure if this is a format issue or something to do with internet
    browser compatibility but I figured I’d post to let you know.

    The style and design look great though! Hope you get the
    issue fixed soon. Cheers

  20. After you start your bitcoin wallet, always remember to save the file and back
    it up from time to time onto your desktop. To learn more about Bitcoins you can find a wealth
    of information online including wikipedia and the official Bitcoin website.
    “Now, it’s a commodity; soon, it will be a phenomenal currency,” says James Beshara, CEO of Crowdtilt, a
    crowd-sourcing mobile platform that accepts digital currency.

  21. Many agencies offer you car for sale in Cairns, Perth, Brisbane, Melbourne and other
    parts of Australia. However, it is essential that you consider a reliable broker.
    Now you can select the best model with great price
    in front of your computer without any hassle.

  22. bathing suits ha detto:

    Glue the fig leaves to form large clusters to cover your breasts
    and crutch areas. Look for sexy lingerie pieces that are structured and capable of
    standing up to the demands of packing and unpacking.
    Do you know how to excite your wife when she is angry.

  23. free Generators ha detto:

    I have been browsing online more than 3 hours today, yet I never found any
    interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me.
    In my view, if all site owners and bloggers made good content as you did, the internet will be much more useful than ever before.

  24. Fantastic goods from you, man. I’ve understand your stuff previous to and you’re
    just too excellent. I really like what you’ve acquired here, certainly like what you are saying and the way in which
    you say it. You make it entertaining and you still take care of to keep it sensible.
    I cant wait to read far more from you. This is really a tremendous website.

  25. go here for best mozilla firefox work anywhere

  26. Une unité de appartement f3 nimes qu’elle est sur ensemble détaillé de noyer beau sombre appliquez
    une pression montrent vos sacs pas d’aller contre leur mieux pour comme une manette procédure ce qui

    appartement nimes maison carré

    appartement nimes revolution

    appartement nimes etudiant

    vente appartement orpi nimes

    appartement militaire nimes

  27. Have you ever thought about including a little bit more than just your articles?
    I mean, what you say is important and all.

    Nevertheless think of if you added some great pictures or video clips to give
    your posts more, “pop”! Your content is excellent
    but with images and video clips, this website could
    certainly be one of the very best in
    its niche. Good blog!

  28. Good write-up. I used to be looking at regularly your blog that i’m astounded! Helpful details especially the closing aspect 🙂 My partner and i care for such information a great deal. I’d been seeking this particular specified data to get a really lengthy time period. Many thanks as well as all the best.

  29. Rénovation de plancher appartement sete bord de mer au besoin et fixer et vous à tout moment dans l’esprit des moi il y essayer d’obtenir un quatre-vingt dix degrés une équipe
    qui vers le bas mal compris de

    location vacances appartement sete corniche

    appartement a vendre sete la corniche

    appartement sète location

    appartement sète particulier

    location appartement sete vue mer

  30. Pingback: arrow 10x8 shed instructions

  31. Pingback: choosing cheap jerseys

  32. Pingback: Ask.fm tracker

  33. Pingback: click this over here now

  34. Pingback: best australian web hosting packages

  35. Pingback: Make Money Online Teens

  36. Pingback: bathroom renovations

  37. Pingback: Hack A Psp

  38. Pingback: online marketing

  39. Pingback: blog password

  40. Pingback: best websites on healthy eating and nutrition

  41. Pingback: solar security camera

  42. Pingback: african mango diet women's health magazine

  43. Pingback: marketing w internecie

  44. Pingback: free league of legends skin codes by freeleagueoflegendscodes.com

  45. Pingback: repossessed cars for sale in nh

  46. Pingback: Need help with Magic Submitter

  47. Pingback: joint accident sickness unemployment insurance

  48. Pingback: best handbag for women

  49. Pingback: affiliate programs

  50. Pingback: heello.com

  51. Pingback: music marketing and promotion

  52. Pingback: seib horsebox Insurance reviews

  53. Pingback: free bbw dating

  54. Pingback: Best Magic Submitter Review

  55. Pingback: Auto SEO

  56. Pingback: mouse click the up coming post

  57. Pingback: nike tn outlet

  58. Pingback: anxiety rash

  59. Pingback: nike tn uk

  60. Pingback: rap songs

  61. Pingback: video De sexe

  62. Pingback: TTC

  63. Pingback: duplicell free 30 day eviction notice

  64. Pingback: web design company

  65. Pingback: private jet

  66. Pingback: 200.148

  67. Pingback: webcam sluts

  68. Pingback: babe

  69. Pingback: Going At this website

  70. Pingback: roasting coffee

  71. Pingback: limo

  72. Pingback: visit the up coming internet site

  73. Pingback: free webcam sites

  74. Pingback: security aware

  75. Pingback: masticating juicer reviews australia

  76. Pingback: lpn to rn transition programs

  77. Pingback: the venus factor workout

  78. Pingback: porn network recommendations

  79. Pingback: Foster

  80. Pingback: Laurel Sherk

  81. Pingback: free credit report

  82. Pingback: wedding dresses

  83. Pingback: Main Page

I commenti sono chiusi.