Il controllo del Consiglio regionale sulla Giunta: il question time

Una recente cronaca locale [Basilicata, il primo "Question Time" in regione, su ilQuotidiano.it] offre lo spunto per una riflessione sul rapporto che, oggi, si viene ad instaurare tra Giunta e Consiglio, alla luce dell’evoluzione istituzionale dell’ultimo decennio.

Ormai conclusa la fase transitoria della riforma del Titolo V e la stagione di riforma ed attuazione degli Statuti, le Regioni sono ormai proiettate nella revisione delle Istituzioni in modo conforme alle nuove previsioni statutarie e costituzionali. Giunta e Consiglio dimostrano infatti di aver preso ormai piena contezza del proprio ruolo e dei limiti che – fisiologicamente – incontrano nel rapportarsi l’una con l’altro, cercando di costruire un sistema di checks and balances accuratamente calibrato.

Di conseguenza, se alla Giunta viene pacificamente riconosciuto un ruolo “dominante” nel procedimento normativo e nella definizione delle politiche regionali da perseguire, come anche dimostra l’unanime scelta per un sistema elettorale che preveda l’elezione diretta del Presidente della Giunta, per converso il Consiglio non esita a recuperare e sviluppare la funzione di decisione e controllo attraverso l’introduzione di specifici istituti che limitano l’azione degli esecutivi regionali (“Statuto dell’opposizione”, meccanismi fiduciari “espliciti”…) o rafforzano la funzione di indirizzo e controllo del Consiglio.

(altro…)