[Corte cost., n. 272/2011] In tempi di modifica dell’art. 81 Cost. la Corte ne rammenta la vincolatività “trasversale”

La sentenza della Corte costituzionale 272/2011 rappresenta un utile memento – ora che si discute delle modalità di riforma dell’art. 81 Cost. – sulla natura “trasversalmente” vincolante dei principi compendiati nel medesimo.

Lo Stato ha infatti impugnato l’art. 3, co. 3, della l. r. Abruzzo 54/2010 (cfr. «Disposizioni in materia di aree sciabili attrezzate: disciplina dei tappeti mobili a vocazione turistica o sportiva») deducendo la violazione dell’art. 81, co. 4, Cost., in quanto – prevedendo spese necessarie per attuare nuovi interventi nel comprensorio sciistico di Scanno, fino ad un massimo di un milione di euro – la disposizione censurata nulla disporrebbe però in merito alla loro copertura finanziaria; il che peraltro risulterebbe – ai sensi del ricorso – dall’estratto del preventivo finanziario decisionale della regione Abruzzo per l’esercizio del 2010, non essendo indicato alcuno stanziamento nel relativo capitolo di spesa.

(altro…)